Corriamo non perché sia divertente ma perché ci educano a correre, anzi a rincorrere. A rincorrere un’immagine di noi stessi alla quale vorremmo conformarci e aderire. In questa rincorsa, la nostra epoca , con il suo zeitgeist, il suo spirito del tempo, avvalla, facendoci respirare come naturale, un altro modello di comportamenti universale : il narcisismo e un Io ideale da raggiungere. La fase narcisistica è una fase dello sviluppo dell’individuo, che si assesta, nella sua modalità primaria e secondaria, in età molto precoce, nei primi anni di vita. Nella nostra epoca, sembra non aver abbandonato gli uomini, e le donne fino alla comp

leta età adulta e alla maturità. È come se lo sviluppo della personalità si fosse fissato in questa fase e ammantasse con le sue caratteristiche un periodo della vita nel quale dovrebbe essere superato. Il narcisismo, nelle persone più sane, detiene una quota tollerabile, necessaria, che non invade tutti gli ambiti della vita. In molti va oltre, sconfina, nel credere e nell’orientare le proprie scelte di vita in base esclusivamente ai propri bisogni, i più superficiali e apparentemente appaganti, nella non curanza verso l’altro, nella convinzione, irrealistica, che altri e le situazioni esterne debbano soddisfare le sue aspettative.

zp8497586rq

I Commenti sono chiusi