In tutte le persone esiste un modello a cui tendere, a volte costituito da elementi di personalità di diversi individui con i quali entriamo in contatto affettivo nel corso della crescita,e costituisce una fondamentale immagine di riferimento. Da imitare, uniformandosi alle sue caratteristiche, o in negativo, un’immagine dalla quale distaccarci in direzione opposta, e con la quale, comunque, confrontarci. In questo movimento, il rischio di frustrazione è molto alto, se non si raggiunge il modello ideale, l’autostima viene compromessa. Il senso narcisistico che permea la nostra vita nel raggiungimento di un ideale si arresta, il più delle volte, a un livello di superficie, di natura estetizzante, legato a come si appare agli occhi del mondo, o nel raggiungimento di obiettivi materiali, oggetti e situazioni confortevoli e che suscitano invidia o rendono la vita più comoda. Un affanno continuo, poiché questo modello è ideale e non reale, e quindi non corrisponde ai bisogni autentici dell’individuo, che così non si sente mai appagato.

Lascia un Commento